Prorogata etichettatura europea degli imballaggi

Il Ministero della Transizione ecologica ha accolto le richieste di Confartigianato e Cna per prorogare i termini della normativa concernente l'etichettatura europea degli imballaggi che è stata sospesa fino al 1 gennaio 2022.  Ciò significa che saranno sospesi almeno fino a questa data controlli e sanzioni  fino alla fine dell'anno e ci sarà il tempo necessario per mettere a punto i correttivi necessari. 

Le aziende contestavano soprattutto la scarsa chiarezza del nuovo decreto che avrebbe comportato il rischio di pesanti sanzioni ed effetti paradossali anche sullo smaltimento degli imballaggi. Per come è attualmente formulato il decreto rischia di mettere in ginocchio tante imprese, la poca chiarezza ha creato incertezze e avrebbe messo a rischio di pesanti sanzioni le imprese, oltre ad avere conseguenze riduttive in termini di raccolta differenziata. Nei prossimi mesi le Assocazioni di Categoria, attraverso i loro tecnici, avranno il tempo di mettere a punto tutte le modifiche necessaria a rispettare le finalità ambientali della nuova etichettatura, ma senza creare gli effetti paradossali e dannosi che una formulazione non corretta portava con sé.